Tutti gli articoli

Michele Gaudiosi, Tenente Colonnello dell’esercito la 326^ vittima da Uranio impoverito.

L’uranio impoverito continua a mietere vittime tra i militari italiani che sono stati impegnati nei Balcani e il Presidente della Repubblica, Mattarella, all’epoca dell’intervento militare nella ex Yugoslavia Ministro della Difesa, è troppo impegnato per ricevere l’Osservatorio Militare per discutere della grave situazione che vede migliaia di militari colpiti da cancro.
In una intervista rilasciata a il Fatto Quotidiano, Domenico Leggiero ha recentemente dichiarato di aver inoltrato alla Presidenza della Repubblica una richiesta di incontro ma la risposta dal Quirinale sarebbe stata  “  “spiacente di doverle comunicare che l’agenda presidenziale, per i prossimi mesi, è fitta di impegni istituzionali”.Ognuno faccia le proprie valutazione e considerazioni. 

Malgrado la Magistratura abbia acclarato più volte la corrispondenza dell’insorgere della malattia con il servizio prestato in zone dove la NATO ha utilizzato munizionamento all’uranio impoverito, ancora oggi non c’è una risposta chiara da parte dello stato e la parte militare, come ha ricordato recentemente Domenico Leggiero, dell’Osservatorio Militare,  anche in una intervista a Rainews24https://www.facebook.com/domenico.leggiero.77?fref=nf «esercito e Difesa dovrebbero ammettere di aver ricevuto informazioni di pericolosità a tempo debito sull’uranio impoverito e di  non aver mai usato strumenti di protezione». Ma ciò non accadrà perché «significherebbe ammettere una responsabilità penali» .

Di chi ? E a quale livello ?

Mentre ci chiediamo chi  può aver taciuto e chi può aver ordinato di tacere, continua la carneficina.

Ad appena  36 giorni dalla morte di Leonardo Aufiero (decesso n° 320) – comunica l’Osservatorio Militare – arriva il decesso n° 326, Michele Gaudiosi, Tenente Colonnello dell’Esercito, numerose missioni nei Balcani e non solo, da qualche tempo in forza a Capua presso il Reggimento di Addestramento per Volontari dell’Esercito Italiano.

Dall’inizio dell’anno – ricorda l’Osservatorio Militare – sono deceduti i militari Aufiero,  Danise, Stellaccio, Passeri e Cipriani, tutti colpiti da cancro.

E cancro all’esofago di tipo vegetante è stata la diagnosi per Gaudiosi. Una malattia difficile da accorgersene prima che arrivi quel dolore che è il segnale di arrivo al capolinea.

Malattia, diagnosi e calvario in solitudine perché – ricorda l’Osservatorio Militare – “le istituzioni civili e militari si sono tenute a debita distanza  fino ad oggi quando, con l’aggravarsi della situazione, si sono fatti vivi per chiedere il  silenzio ed “offrire” il trasporto funebre da Milano (dove era ricoverato) a Santa Maria CV sua città natale“.

I funerali del militare si svolgeranno nella sua città natale a Santa Maria Capua Vetere molto probabilmente lunedì prossimo.

FONTE

Condivisione

Lascia un commento