Tutti gli articoli

Meno stellette sugli abiti talari, ma pur sempre troppe

Sembrerebbe esserci attualmente in corso una trattativa tra il governo italiano e i vertici della Chiesa cattolica allo scopo di ridimensionare l’organico dei cappellani militari, cioè quella vera e propria diocesi costituita dai sacerdoti che si occupano di erogare assistenza spirituale cattolica ai nostri soldati.

Anzi, secondo l’agenzia Agi esisterebbe già una bozza di accordo che prevede la riduzione dalle attuali circa 200 unità a poco più di 150, e che soprattutto abbatterebbe drasticamente il numero dei dirigenti più alti in grado portandoli da 14 ad appena due: il vescovo e il suo vicario, rispettivamente con il grado di generale di corpo d’armata e generale di divisione. Il risparmio complessivo per le casse dello Stato viene stimato in 4,5 milioni l’anno.

Leggi l’articolo completo QUI

Condivisione

Lascia un commento