Tutti gli articoli

Medaglie d’argento al “Valor di Marina” a tre militari della Guardia costiera

(AGI) – Lecce, 3 mag. – Hanno ricevuto le medaglie d’argento al “Valor di Marina” i tre militari salentini della Guardia costiera che la notte del 30 dicembre 2014 portarono in salvo 796 migranti calandosi da un elicottero a bordo della nave “Blue Sky M” alla deriva nel basso Adriatico. La cerimonia di consegna delle onorificenze si e’ svolta stamattina nella sede della Direzione Marittima di Bari, alla presenza dell’ammiraglio Vincenzo Melone, comandante generale del Corpo delle Capitanerie di porto, e dell’ammiraglio ispettore Domenico De Michele, direttore marittimo della Puglia e della Basilicata Jonica. I tre militari della Guardia costiera, il luogotenente Marco Ancora, di Soleto, il capo di prima classe Sergio Antonio Solidoro, di Ruffano, e il sottocapo di prima classe Antonio Mariano, di Borgagne, vennero calati con il verricello da un elicottero della Marina Militare sulla nave carica di migranti, malgrado le proibitive condizioni meteorologiche, con vento fino a 30 nodi e onde alte fino a due metri e mezzo. Una volta riattivati i comandi e il motore, che erano stati bloccati, la nave venne condotta nel porto di Gallipoli, dove i migranti ricevettero assistenza medica e furono rifocillati. Gli stessi militari, dopo appena 24 ore dall’intervento, con le stesse modalita’ salirono a bordo della motonave “Ezadeen” su cui si trovavano oltre 400 migranti, rimasta senza combustibile in balia del vento e della corrente nel mar Jonio, ad oltre 100 miglia nautiche dal Capo di Santa Maria di Leuca. Il valore dell’impresa e’ stato, peraltro, sottolineato anche da papa Francesco nel corso di un’udienza privata dei tre militari. (AGI)

 

Condivisione

Lascia un commento