Tutti gli articoli

Mazzette, soffiate e alle terme con l’auto di servizio – Tre finanzieri nei guai

MANTOVA. Andavano alle terme con le auto grigie di servizio, e trafficavano con i titolari di maglifici cinesi. E uno di loro, di lingua lunga, andava a raccontare in giro informazioni che dovevano restare top secret.

Gli investigatori sono arrivati a loro seguendo le tracce lasciate da Piervittorio Belfanti. «Collegamenti sporadici e non configurabili come reati» ci tiene a definirli il colonnello della guardia di Finanza Andrea Pieroni, che hanno però permesso di scoprire altro.

Estranei alle truffe delle auto, al giro delle società del re dei ristoranti, alle evasioni fiscali, ma con diversi scheletri nell’armadio. Tre «mele marce» dentro la caserma di corso Garibaldi. Carlo Benvenuti, 49 anni, Pietro D’Amato, 52 anni, e Mauro Raso, di 43 anni, in forze alle Fiamme Gialle mantovane, sono finiti nell’operazione “Formula”, smascherati dai loro stessi colleghi impegnati nell’indagine scattata lo scorso dicembre.

Leggi tutto, clicca QUI

Condivisione

Lascia un commento