Tutti gli articoli

Il maresciallo mi ha messo una penna nel sedere!

Fabrica di Roma – Il maresciallo gli fa rapporto perché ha la barba troppo lunga durante il servizio. Lui risponde con una relazione, ‘accusando’ il suo superiore di avergli “messo una penna nel sedere durante l’ispezione”.

Per questa frase un appuntato è finito a processo con l’accusa di calunnia.

E’ il 16 marzo del 2010. L’imputato, caposervizio dei carabinieri, sta piantonando la casa a Fabrica di Roma di Magdi Allam, sotto scorta dopo essere entrato nel mirino di Hamas.

Leggi tutto, clicca QUI

Condivisione

Lascia un commento