Tutti gli articoli

Maresciallo della marina fu accusato di truffa per 7 milioni di euro, procedimento archiviato

Il giudice per l’udienza preliminare del Tribunale di Roma, Flavia Costantini ha emesso decreto di archiviazione nei confronti di Salvatore Mazzone, maresciallo della Marina Militare, coinvolto in una truffa ai danni della Marina per un presunto traffico illecito di carburante che avrebbe provocato un danno allo stato di più di 7 milioni di euro.

Il carburante, infatti risultava depositato alla marina di Augusta per rifornire una nave che in realtà sarebbe naufragata il 22 settembre 2013.

All’epoca dei fatti, il militare scordiense, espletava la sua attività presso l’ufficio di Punta Cugno di Augusta nel reparto combustibili occupandosi della contabilità con la qualifica di consegnatario.

Leggi tutto, clicca QUI

 

Condivisione

Lascia un commento