Tutti gli articoli

Maresciallo della Forestale muore mentre corre con il figlio

Profonda commozione nella comunità suterese per l’improvvisa scomparsa del maresciallo Calogero Capozza, comandante del distaccamento forestale suterese che dirigeva da diversi anni. Calogero Capozza, 55 anni con tanta voglia di fare, stava facendo una corsa con il figlio nelle strade di campagna vicino Casteltermini, suo paese di origine, quando improvvisamente ha avvertito un forte dolore al petto e si è accasciato al suolo.

Il figlio ha subito chiamato il 118 che dal distaccamento di Milena è subito arrivato sul posto e ha cominciato il tentativo di rianimazione, ma l’intervento dei sanitari, del defibrillatore e di quant’altro non è servito a salvare la vita a Calogero Capozza che proprio qualche settimana fa aveva festeggiato i 25 anni di matrimonio e per regalo aveva ricevuto un viaggio che avrebbe dovuto fare con la moglie.

Capozza era anche impegnato da diverse legislature nel consiglio comunale di Casteltermini e proprio il sindaco Sapia lo ricorda come “una brava persona che si è sempre distinta per correttezza, serietà e grande giovialità nei rapporti con tutti. La notizia della sua morte lascia attonita tutta la comunità di Casteltermini nella quale Calogero era da sempre inserito e riconosciuto come una bella persona, l’amico di tutti.” Anche a Sutera c’è tristezza e sgomento per la prematura morte di “una persona meravigliosa, rara, gentile e disponibile, come fa sapere il sindaco Grizzanti, partecipava a tuta la vita suterese: dalle escursioni di primavera, alle operazioni ai seggi elettorali, alla vita locale.

 

-Era, insomma, uno di noi.” E’ stata una persona che dava anche speranza ai giovani, “una speranza che nelle istituzioni pubbliche non è vero che a nessuno interessa nulla o interessa solamente garantire la presenza per lo stipendio”. Sutera è triste. Casteltermini è triste. Si saluta la classica persona per bene. I funerali si sono svolti oggi pomeriggio a Casteltermini

FONTE noidelplatani.it

Condivisione

Lascia un commento