Maresciallo dell’ Aeronautica in pensione torturato e ucciso con un machete in Brasile

APRI IL TUO SITO O IL TUO BLOG AD UN COSTO VANTAGGIOSO SU SITEGROUND Web Hosting

Carmelo Mario Calabrese, 69 anni,in pensione da diversi anni , aveva prestato servizio presso l’Aeroporto Militare di Ciampino . Tre giorni fa è stato ritrovato da alcuni pescatori in un fiume brasiliano. Era stato ucciso a colpi di machete.

L’ ex militare era originario di Artena, piccolo paese in provincia di Roma e viveva da 25 anni a Sao Luis de Maranhão, nel nord del Brasile. Soni stati i vicini di casa a lanciare l’allarme . Un’amica aveva anche postato un messaggio su fb perché l’ex militare l’avvisava sempre quando andava in viaggio per qualche giorno.




La polizia, una volta entrata in casa, ha trovato una scia di sangue che dal bagno portava al garage, mentre l’abitazione era stata messa a soqquadro. La stampa brasiliana riconduce la vicenda ad un tentativo di rapina finito male.  In passato l’ex militare aveva confidato  di voler vendere la propria casa per paura dei ladri, forse per i tre furti  subiti in passato.

Tre giorni fa alcuni pescatori hanno ritrovato il corpo dell’ex maresciallo sulle sponde del rio Tibiri. Dai  rilievi effettuati dall’istituto medico legale di Sao Louis, l’uomo sarebbe stato colpito con almeno 15 colpi di machete ,  infieriti tra la testa e le spalle, proprio nel bagno della sua abitazione a Paco do Lumiar.


In seguito il corpo sarebbe stato trascinato fino al garage, per essere poi caricato sull’ auto della vittima,  ed in seguito scaricato nel fiume. L’auto della vittima è stata ritrovata a parecchi chilometri di distanza con una gomma forata.




Loading…


Loading…

loading…


Condivisione

Lascia un commento