Maresciallo Capo dell’Esercito trovato morto in casa, aveva 42 anni

APRI IL TUO SITO O IL TUO BLOG AD UN COSTO VANTAGGIOSO SU SITEGROUND Web Hosting

Il  corpo senza vita di Francesco Paterna, 42 anni, Maresciallo Capo dell’Esercito Italiano in servizio al 7° Reggimento Aviazione dell’Esercito “Vega” di  Rimini, è stato ritrovato lunedì scorso, intorno alle 17.30 nel bagno della casa in via Bartali, a Fenile, in cui viveva con la moglie, commessa in un negozio di abbigliamento, e con i due figli, una femmina di 13 anni e un maschietto più piccolo.

L’uomo sarebbe morto per cause naturali, un infarto o forse un aneurisma. Originario del sud, ormai da diversi anni si era stabilito a Fano. Su Facebook in tanti hanno postato un ricordo. 

Il giorno del funerale, la Chiesa dei Santissimi Pietro e Andrea a Fenile si è rivelata troppo piccola,  per accogliere il mare di gente che vi si è riversata per dare l’ultimo saluto a Francesco. Più di un centinaio erano solo i suoi colleghi, con il distintivo basco azzurro in testa, le mostrine sul bavero, i nastrini sul petto e gli occhi gonfi di dolore.

NSM si unisce al cordoglio dei familiari, Riposa in pace Francesco.

Leggi il resto dell’articolo di TIZIANA PETRELLI QUI

 

 

Condivisione

Lascia un commento