Tutti gli articoli

Luogotenente della Finanza si uccide in caserma

Il Luogotenente della Guardia di Finanza Emilio Megna si è ucciso con un colpo di pistola.

Il suicidio è avvenuto all’interno della Scuola Sottufficiali della finanza .

Il militare,  47anni, per motivi ancora al vaglio degli inquirenti, pare si sia allontanato dalle zone più frequentate, raggiungendo una zona tranquilla nei pressi dell’eliporto, dove ha deciso di farla finita.

Il colpo di pistola ha richiamato l’attenzione dei colleghi, che accorsi sul posto, non hanno potuto far altro che constatarne la morte.

L’uomo risiedeva ad Avezzano con la moglie ed un figlio piccolo.

Sul posto, oltre al medico legale, anche il sostituto procuratore Antonietta Picardi che ha disposto l’autopsia sul corpo del maresciallo, ed ovviamente è stata aperta un’inchiesta per far luce sull’episodio.

Condivisione

Lascia un commento