L’ultimo saluto al maresciallo Ivan Fabozzi

APRI IL TUO SITO O IL TUO BLOG AD UN COSTO VANTAGGIOSO SU SITEGROUND Web Hosting

Lunigiana – Grande commozione ad Aulla e in tutta la Lunigiana per l’addio al maresciallo Ivan Fabozzi, deceduto a soli 42 anni in Egitto negli scorsi giorni. Ieri mattina presso la chiesa di Maria Ausiliatrice ad Aulla, nel quartiere Filanda, amici, colleghi e famigliari hanno dato l’ultimo saluto a un servitore dello Stato scomparso all’improvviso, mentre era nel pieno delle proprie forze, durante una missione all’estero. Imbarcato su nave Sentinella, costruita nei cantieri spezzini dell’arsenale militare, dislocata in Sinai per la missione Multinational Force and Observers, in cui la Marina militare italiana è impegnata sin ai primi anni Ottanta per garantire la pace nei mari della penisola del Sinai.
Fabozzi non era però imbarcato ma in permesso, a quanto si apprende, nel momento in cui è stato colto dal malore che gli è stato fatale lunedì scorso. La sua salma nelle scorse ore è stata traslata in Italia con un volo militare atterrato a Pisa dove è stato accolto a un picchetto d’onore.

Poi l’arrivo in Lunigiana, ove il maresciallo viveva da qualche tempo insieme alla moglie Paola. Il capo di Stato maggiore della Marina, ammiraglio di squadra Valter Girardelli ha espresso “a nome proprio e di tutta la famiglia marinara il più sentito cordoglio”.

FONTE

Condivisione

Lascia un commento