L’Italia invia 450 italiani a difesa della diga di Mosul – una delle zone più ” calde” dell’Iraq

APRI IL TUO SITO O IL TUO BLOG AD UN COSTO VANTAGGIOSO SU SITEGROUND Web Hosting

Il premier Matteo Renzi durante il programma tv Porta a Porta ha annunciato che l’Italia non sarà solo in Afghanistan, Libia, Kosovo, ma anche in Iraq  con una operazione importante nella diga di Mosul, nel cuore di un’area pericolosa, che rischia il crollo con la distruzione di Bagdad.

L’ area è contesa dall’Is. I militari saranno inviati a difesa di una azienda, la ditta TREVI di Cesena che ha vinto la  gara per ” riparare” la diga”. Non casuali quindi le dichiarazioni del presidente americano Obama che aveva citato il nostro paese tra i paesi che si stanno impegnando nella lotta comune contro l’Is. L’area è stata da poco abbandonata dalle truppe turche, in contrasto con il governo iracheno.

I soldati dovranno evitare che la diga di Mosul possa entrare in possesso dei terroristi, garantendo la corretta esecuzione dei lavori di risistemazione dell’ infrastruttura, fondamentale per il paese asiatico.

Condivisione

Lascia un commento