Tutti gli articoli

L’enigma del Riordino delle Carriere

Grande attesa x la riunione di domani sui lavori relativi ai decreti attuativi di cui all’art.8 della legge7/08/2015 n. 124, Legge Madia; sul riordino delle carriere e la chiusura degli uffici.
Numerose sono le richieste da parte di tutti i colleghi della Polizia su quale sarà il loro destino. Secondo noi del Sap, non ci sono spiragli positivi; ma non si tratta di pessimismo di leopardiana memoria, bensì di mancanza di fiducia.
Ritornando un po’ indietro negli anni, nel 2006 per il riordino delle carriere erano stati PREVISTI 960milioni di euro, ma sono andati al macero per colpa della “consorteria” .
Oggi se vogliamo dare un senso a questa normati circa 119 milioni vengono accantonati ogni anno per il riordino delle carriere, dobbiamo focalizzare l’attenzione su 4 punti: il nuovo riordino delle carriere ci viene presentato dal dipartimento, come una grande fonte di benefici quantitativi e qualitativi , per verificare se ciò risponde a verità o, per converso, ci troviamo di fronte soltanto ad un canto di sirene è sufficiente dare risposta a questi 4 quesiti:
1) Quante persone beneficerebbero di promozione nei prossimi 5 anni tenendo anche conto delle sostituzioni dovute al turn over?

2)Quanti colleghi beneficerebbero di una promozione se si applicasse l’attuale normativa e si coprissero i vuoti di organico calcolabili in 15mila ispettori e 10mila sovrintendenti oltre alla realizzazione del previsto ruolo speciale? Si precisa che l’ amministrazione nei dati precedentemente forniti aveva tenuto conto anche dei concorsi in essere quindi , “concorsone” per sovrintendenti e concorso per 1400 ispettori.

3) Quanto costerebbe applicare l’attuale normativa e coprire tutti i vuoti di organico tra i quali 10mila sovrintendenti e 15mila ispettori. Considerando che le altre forze di polizia hanno beneficiato di queste forme di denaro in quanto hanno provveduto a coprire i vuoti in organico delle attuali qualifiche.

4) Quanto denaro in aggiunta al punto3 verrà destinato al riordino delle carriere?

A quanto pare se il dipartimento darà risposta concreta a questi 4 quesiti avremo delle sorprese perchè ci è parso di percepire che le somme destinate al riordino delle carriere (119milioni annui) verranno in realtà destinate ad un sostanziale appianamento degli attuali vuoti di organico congiuntamente al 50% dei “risparmi”(???) ricavati dalla chiusura degli uffici.
Se accadrà ciò, secondo voi sarà accettabile realizzare un riordino farlocco con i fondi destinati a quello vero ; assisteremo per la terza volta alla indebita sottrazione delle specifiche risorse, prima con il ministro Tremonti, poi Padoan nel 2014, e adesso nel modo sopra descritto, non tanto per realizzare il progetto da tutti noi auspicato bensì per appianare vuoti di organico.
Sarà così? Domani la risposta.

FONTE

Condivisione

Lascia un commento