Tutti gli articoli

Lei nega, i carabinieri indagano ugualmente, condannato carabiniere

Ravenna, 25 ottobre 2015 – Un 45ennemaresciallo capo dei carabinieri addetto alla Stazione di Bagnacavallo è stato condannato a un anno e mezzo di carcere perché riconosciuto colpevole di violenza privata e lesioni aggravate nei confronti della compagna, una 36enne di Bizzuno di Lugo per la quale il giudice Milena Zavatti ha peraltro disposto la trasmissione degli atti alla procura per valutare la falsa testimonianza in merito alla dichiarazioni con cui la signora nel corso del processo aveva tenacemente negato l’episodio.

Per il militare, da tempo in convalescenza per una ferita rimediata in servizio, il pm Daniele Barberini aveva chiesto 3 anni e mezzo di carcere e l’interdizione per 5 anni dai pubblici uffici. L’imputato era accusato di avere trascinato il 19 agosto 2012 la donna nella propria vettura, sotto gli occhi degli amici di lei,per un chiarimento alimentato dalla gelosia; di averla quindi portata in un parcheggio fuori città e di averla infine picchiata procurandole una frattura scomposta di una costola per una prognosi di 30 giorni.

La 36enne non aveva però mai fatto denuncia. Le insistenti voci di paese dopo qualche mese avevano ugualmente spinto i carabinieri del nucleo Investigativo di Ravenna ad aprire una verifica sul caso.

leggi tutto su:

http://www.ilrestodelcarlino.it/ravenna/fidanzata-pestata-condannato-carabiniere-1.1420412

Condivisione

Lascia un commento