Le Forze Armate italiane nel terzo millennio: esercito e Arma dei Carabinieri

APRI IL TUO SITO O IL TUO BLOG AD UN COSTO VANTAGGIOSO SU SITEGROUND Web Hosting

La Costituzione della Repubblica italiana, articolo 87, stabilisce che il Presidente della Repubblica “ha il comando delle Forze armate, presiede il Consiglio supremo di difesa, costituito secondo la legge, dichiara lo stato di guerra deliberato dalle Camere”.

Ma in che condizioni si trovano Esercito, Arma dei Carabinieri, Marina Militare ed Aeronautica Militare quando è trascorso già quasi un ventennio nel nuovo secolo e nel nuovo millennio? L’emanazione della legge 23 agosto 2004, n. 226  ha determinato la sospensione alle chiamate del servizio militare obbligatorio a partire dal 2005 ed un processo di riforma generale accompagnato da una progressiva riduzione di effettivi.

A partire dagli anni novanta del XX secolo l’esercito italiano cominciò ad attraversare una serie di trasformazioni come l’istituzione del ruolo dei volontari in ferma breve (VFB) prima e dei volontari in ferma annuale (VFA) poi.

Leggi tutto, clicca QUI

Condivisione

Lascia un commento