Tutti gli articoli

LA STORIA DI LUCA GUIDI, FANESE IMBARCATO CON LA MARINA MILITARE PER AIUTARE I MIGRANTI

Fano (PU) – Quando fai della tua passione un lavoro. Quando mettersi al servizio degli altri vale più di ogni altra cosa, talvolta sacrificando tempo alla propria vita e ai propri cari. La storia di Luca Guidi si potrebbe riassumere con queste semplici parole, ma quello  che sta per compiere il 32enne infermiere fanese merita più ampio approfondimento.

Luca, da oggi e per le prossime due settimane sarà in mare, tra la Sicilia e la Libia, a bordo di una nave della Marina Militare che, seppur concepita con scopi ben diversi (è una nave da guerra), ora viene utilizzata per l’operazione Mare Nostrum occupandosi quindi delle emergenze migranti del Mediterraneo.

La storia di Luca sembra quasi una favola e a raccontarla è proprio lui, pochi minuti prima di salpare dalla base Nato del Porto di Augusta: “Galeotto fu il libro ‘Non dirmi che hai paura’ – spiega Luca – che racconta la storia vera di un’atleta olimpica somala morta su un barcone durante un attraversamento in mare.

Leggi tutto, clicca QUI

Condivisione

Lascia un commento