Tutti gli articoli

La ragazza rimorchiata è un trans, il marine la uccide: condannato a 12 anni

L’ha avvicinata in un bar e l’ha portata in una stanza d’albergo per una notte di fuoco. Quando però ha scoperto che la ragazza che gli era tanto piaciuta era una trans, ha reagito nel più orrendo dei modi e, dopo una lite violenta, l’ha uccisa strangolandola nel bagno, per poi fuggire. Il caporale dei marines Joseph Scott Pemberton è stato ora condannato a 12 anni di carcere per l’omicidio di Jennifer Laude (in precedenza conosciuta come Jeffrey), avvenuto nell’ottobre dello scorso anno a Olongapo, a nord ovest di Manila, nelle Filippine, dove il soldato stava partecipando a una serie di esercitazioni militari con le forze armate locali. Inoltre, dovrà risarcire la famiglia della ragazza con 90mila euro.

Joseph, di New Bedford, nel Massachusetts, era stato visto uscire dal bar con Jennifer ed entrare con lei nel Celzone Lodge Hotel: secondo varie dichiarazioni, sembra che lui fino a quel momento non sapesse che lei era una trans. La tragedia è quindi scoppiata in camera, quando si è reso conto di una realtà che non riusciva ad accettare e che ha innescato in lui una reazione abnorme. Il ragazzo ha affermato in tribunale che Jennifer era ancora viva quando lui uscì dalla stanza, ma gli avvocati della controparte hanno sostenuto il contrario. http://www.ilmessaggero.it/primo_piano/esteri/marine_condannato_omicidio_trans_filippine-1391557.html

Condivisione

Lascia un commento