Tutti gli articoli

Intenso fine settimana per i militari dell’Esercito in attività di controllo del territorio e contrasto alla microcriminalità.

Si è concluso un altro week-end di lavoro per le donne e gli uomini dell’Esercito impegnati nell’Operazione Strade Sicure su tutto il territorio nazionale in attività di controllo del territorio e contrasto alla microcriminalità.

I militari dell’Esercito appartenenti al Raggruppamento “Lazio-Umbria-Abruzzo”, che quotidianamente pattugliano le aree ritenute sensibili della Capitale, durante tutto il fine settimana, hanno compiuto diversi interventi tra Ostia e Roma.

In particolare, nella serata di venerdì, una pattuglia operante a Ostia Lido, è intervenuta per sedare una colluttazione tra quattro individui di etnia rom che, in evidente stato di alterazione alcolica, stavano danneggiando le auto in sosta nel parcheggio della stazione.

Sabato sera, invece, un’altra pattuglia in servizio alla fermata metro di Anagnina, ha fermato due italiani in atteggiamento sospetto che sono stati trovati in possesso di un coltello con lama di 10 cm e 2 g di sostanze ritenute stupefacenti.

Domenica, 21 febbraio, le pattuglie dell’Esercito in servizio alla fermata metro Spagna, al nodo di scambio di Trastevere e Ostia Lido hanno fermato un bulgaro con della sostanza stupefacente, un rumeno con documenti scaduti (che ha spontaneamente dichiarato di essere un pluripregiudicato per truffa e di essere in possesso di biglietti della metropolitana falsi) e hanno sedato una rissa tra una decina di persone che, all’arrivo dei militari, hanno cercato di darsi alla fuga. La pattuglia dell’Esercito è riuscita a raggiungere e immobilizzarne tre (due georgiani e un ucraino) per consegnarli alle Forze dell’Ordine.

Sabato sera in Liguria, nel centro storico di Genova, una pattuglia del Raggruppamento “Piemonte-Liguria” ha fermato un senegalese trovato in possesso di 13 grammi di hashish e circa 1 grammo di cocaina.

Tra sabato e domenica, a Napoli, i militari del Raggruppamento “Campania” sono intervenuti su segnalazione di un cittadino per bloccare un rumeno autore del furto ai danni di una donna cinese.

A Marcianise invece, un’altra pattuglia dell’Esercito, è intervenuta in soccorso di un uomo e una donna (entrambi italiani) che stavano subendo un’aggressione da parte di un gruppo di quattro persone (motociclisti), nei pressi di un distributore di benzina. I Militari, hanno sedato la lite riportando la situazione alla normalità.

L’impegno dei militari dell’Esercito non è calato neanche nell’area denominata “Terra dei Fuochi” dove domenica notte, intorno alle 23:45, una pattuglia in servizio di vigilanza dinamica ha individuato un cittadino italiano intento a sversare illecitamente rifiuti solidi dalla propria vettura. Dopo averlo identificato, il graduato responsabile del servizio ha informato il locale Commissariato. la pattuglia della Polizia, giunta sul posto, ha elevato al soggetto una contravvenzione di 600 euro. Successivamente, durante i controlli di rito, l’individuo, che è risultato essere un pregiudicato, è stato denunciato a piede libero per “violazione degli obblighi di dimora”.

Anche presso la stazione ferroviaria di Tarvisio tra sabato 20 e domenica 21 febbraio, i militari del Raggruppamento “Veneto-Friuli-Trentino A.A.” hanno fermato, in 6 diversi interventi, un totale di 22 clandestini giunti con treni provenienti dall’Austria.

A seguito dei controlli, i 21 fermati, di diverse nazionalità, sono stati denunciati per “ingresso e soggiorno illegale in Italia”, mentre uno di essi (di nazionalità pakistana) è stato tratto in arresto per “favoreggiamento all’immigrazione clandestina”.

Condivisione

Lascia un commento