Tutti gli articoli

Inchiesta sui blindati Afghanistan, choc al comando del colonnello suicida: «Un gesto inspiegabile»

«Un suicidio inspiegabile». Quello commesso giovedì mattina dal colonnello del comando truppe alpine di BolzanoAntonio Muscogiuri è per colleghi e amici qualcosa cui nessuno è in grado di fornire una spiegazione logica.

Ci proveranno la Procura ordinaria altoatesina e quella militare di Verona, competente per territorio anche per i fatti che coinvolgono i militari altoatesini, sulla base dei rilievi effettuati ieri mattina nella sede del comando truppe alpine di piazza IV novembre a Bolzano. Il militare, che a cinquant’ anni di età aveva alle spalle una carriera brillante e costellata di successi e riconoscimenti, è stato ritrovato senza vita nel sottotetto del comando dove prestava servizio, da un collega.

Le ricerche di Muscogiuri erano scattate dopo che la moglie, non vedendolo rientrare nell’ abitazione di famiglia ad Albes, frazione di Bressanone, aveva lanciato l’ allarme. A quel punto il sospetto che qualcosa di grave fosse accaduto era già una concreta prospettiva.

Leggi tutto, clicca QUI

Condivisione

Lascia un commento