Tutti gli articoli

Immigrazione: per il C.S.M. Marina “Fare come con la Tunisia”.

Roma, 1 ott – Nella giornata di giovedì, 29 settembre, si è riunito il Comitato Parlamentare di Controllo sull’Attuazione dell’Accordo di Schengen  presieduto dall’On. Laura Ravetto (Forza Italia) e che ha visto l’intervento del Capo di Stato Maggiore della Marina Amm. di Squadra Valter Girardelli, chiamato a riferire sulla situazione del contrasto all’immigrazione e sulle attività della Marina Militare.

Ad aprire l’audizione è stata l’Onorevole Ravetto che ha presentato i dati sull’immigrazione per il 2016: sino ad agosto sono 271mila gli arrivi in Europa, di cui 163mila in Grecia, 106mila in Italia e solo 2500 in Spagna. Quello che spicca è come, mentre in Grecia si è assistito ad un sostanziale arresto degli arrivi nel corso di questi primi 8 mesi, in Italia la situazione è opposta con i picchi di arrivi situati in questi mesi estivi: solo ad agosto nel nostro Paese sono infatti arrivati più di 22mila immigrati.

Oltre ai meri numeri l’Onorevole ha chiesto delucidazioni sui compiti della Marina Militare nel quadro sia dell’emergenza immigratoria sia per i mutati assetti della Nato e delle missioni internazionali, con particolare riferimento alla necessità di sostituire la missione “Active Endeavour”, operativa nel Mediterraneo Orientale sin dal 2001 in funzione antiterrorismo, con la missione “Sea Guardian”, di più ampio respiro e volta a dare stabilità a quello che viene chiamato “il fronte sud” dell’Europa.

Leggi tutto, clicca QUI

Condivisione

Lascia un commento