Il Ministro della Difesa Elisabetta Trenta incontra il Cocer : ci aspetta un lavoro importante, quello del cambiamento 

APRI IL TUO SITO O IL TUO BLOG AD UN COSTO VANTAGGIOSO SU SITEGROUND Web Hosting





Il Ministro della Difesa Elisabetta Trenta ha incontrato il Cocer. Erano presenti sia i delegati uscenti dell’Undicesimo mandato che i nuovi del Dodicesimo, appena insediati . La Trenta è decisa nel suo programma di sindacalizzazione delle Forze Armate ed ha voluto sottolineare l’azione di questo Governo a tutela del personale Militare.

Il disegno di legge sul sindacato , malgrado risulti depositato, ancora non è visionabile per assenza del testo. Molto probabilmente potremmo leggerne i contenuti nei prossimi giorni. Resta incerta quindi la tipologia di sindacalizzazione che attende il mondo con le stellette, anche se voci di corridoio fanno trapelare alcune indiscrezioni, come ad esempio l’elezione dei rappresentanti per Ruolo,  che dovrebbe avvenire , in linea di massima, proprio come avviene con gli attuali rappresentanti. Inoltre il sindacato sarà sicuramente autofinanziato con il contributo dei propri iscritti, con l’obbligo di rendere pubblico il bilancio . Di seguito il messaggio del Ministro della Difesa pubblicato nella propria pagina facebook:




NSM è anche su TELEGRAM. Per saperne di più clicca QUI

Questa mattina ho incontrato il COCER Interforze. È stato un momento di confronto molto positivo e di ascolto reciproco.
Ai delegati uscenti dell’Undicesimo mandato e ai nuovi del Dodicesimo, appena insediati, ho sottolineato l’importanza che questo governo da’ alla tutela del personale e, soprattutto, la centralità della componente umana che deve caratterizzare il nostro percorso.
La componente umana è per me il punto di partenza: non esistono istituzioni forti senza un personale gratificato.
Alle rappresentanze ho anche ricordato che ci aspetta un lavoro importante, vale a dire quello del cambiamento.
Come ho già ribadito nei giorni scorsi, sarà mio compito seguire la strada tracciata dalla Consulta lo scorso aprile, che ha riconosciuto per i militari il diritto ad organizzarsi in sindacati autonomi entro i limiti previsti dalla specificità del comparto, ovviamente.
Seguiremo questa strada insieme, aprendo un processo inclusivo di tutte le forze parlamentari. Mi auguro che su questo tema maggioranza e opposizione sappiano trovare un punto di equilibrio. Per il bene delle nostre Forze Armate e per il bene del Paese!



loading…

 

Condivisione

Lascia un commento