I militari possono fare il rappresentante di lista? La Circolare che spiega tutto

APRI IL TUO SITO O IL TUO BLOG AD UN COSTO VANTAGGIOSO SU SITEGROUND Web Hosting

 

NSM è anche su TELEGRAM . Per saperne di più,  clicca QUI

Da molti anni ormai anche il personale con le stellette esercita la funzione di rappresentante di lista, ma a dettare le opportune regole, ci  ha pensato Persomil con una apposita circolare.

 

Il documento venne emesso in occasione delle elezioni del 2009, ma è tuttora valido. Nelle more della Circolare, viene specificato che il militare candidato alle elezioni può svolgere liberamente attività politica e di propaganda al di fuori dell’ambiente militare ed in abito civile. In questo periodo di campagna elettorale, il militare viene posto in licenza straordinaria “non computabile” nel limite di 45 giorni annui previsto per tale istituto, per la durata della campagna elettorale.

Per poter ottenere la licenza straordinaria, il militare interessato deve presentare apposita attestazione rilasciata dal sindaco o  dal segretario del comune presso il quale si candida. Nella dichiarazione devono  essere specificati il  tipo di elezione e la lista elettorale di appartenenza.

Per le operazioni di voto invece, il militare ( in servizio) NON può espletare la funzione di presidente di seggio,  segretario e scrutatore. Può invece esercitare la funzione di rappresentante di lista, maturando il  diritto ad assentarsi dal servizio per tutto il periodo corrispondente alla durata delle operazioni. Il militare Rappresentante di Lista può altresì avere diritto al pagamento di specifiche quote retributive in aggiunta alla ordinaria retribuzione mensile, ovvero è lasciato libero dal servizio per un numero di giorni  pari a quello dei giorni festivi o non lavorativi compresi nel periodo di svolgimento delle operazioni.
annunci



loading…



La redazione di NSM

 

 

loading…


Condivisione

Lascia un commento