Tutti gli articoli

Guida col cellulare: multa senza fermarlo, condannato Comune

Un automobilista avrebbe guidato parlando al cellulare: ma il vigile urbano che decise di multarlo non gli contestò subito, come previsto, l’infrazione ma si limitò a prendere il numero di targa della vettura e, tornato in ufficio, a predisporre gli atti per confezionare la sanzione, inviandola poi a casa.

Ora, decidendo su un ricorso dello stesso proprietario dell’auto, il giudice di pace di Firenze ha dichiarato illegittima la multa, perché in palese violazione dei diritti di difesa, e l’ha annullata.

Inoltre, lo stesso giudice ha condannato un Comune del Fiorentino a pagare le spese legali sollevando l’automobilista da ogni onere.

Leggi tutto, clicca QUI

Condivisione

Lascia un commento