Forze dell’Ordine, attacco Sap: «No a chiusure uffici e sblocco immediato dei contratti»

APRI IL TUO SITO O IL TUO BLOG AD UN COSTO VANTAGGIOSO SU SITEGROUND Web Hosting

«Parte dal Consiglio Generale del SAP di Rimini dei giorni scorsi, alla quale hanno partecipato anche i delegati di Trieste, la campagna che vedrà la sigla sindacale Autonoma più rappresentativa in ambito nazionale e locale impegnata in prima linea, in tutta Italia e nel capoluogo giuliano, nelle battaglie sullo sblocco dei contratti, sul riordino delle carriere e contro la “rottamazione” della Polizia di Stato».

Lo rileva in una nota il Sap – Sindacato Autonomo di Polizia.

«La Corte Costituzionale il 29 luglio 2015 aveva dichiarato illegittimo il blocco dei contratti, malgrado ciò il Governo non ha stanziato nella legge di stabilità le somme necessarie per il rinnovo del contratto delle Forze dell’Ordine, che oltretutto non hanno diritto di sciopero.  La legge 195/95 impone l’obbligo al Governo di convocare i Sindacati di Polizia, prima della   legge di stabilità, ma questo diritto non è stato rispettato nel 2014 e nel 2015. Mancano circa 45.000 uomini nelle forze dell’ordine e l’età media è salita a 47 anni costringendo all’utilizzo degli operatori nel lavoro straordinario, doppi turni e salto dei riposi settimanali».

 

Leggi tutto, clicca QUI

Condivisione

Lascia un commento