Forze Armate, M5S : sindacati utilizzati dai vertici per salvaguardare il riordino?

APRI IL TUO SITO O IL TUO BLOG AD UN COSTO VANTAGGIOSO SU SITEGROUND Web Hosting

Il riordino delle carriere delle Forze Armate è ormai realtà: già da ottobre – seppure con l’eccezione rappresentata dalla Polizia di Stato – il personale militare ha beneficiato dei nuovi parametri dello stipendio, mentre cominciano ad uscire i bandi dei primi concorsi riservati al personale interno. Continua ↓

Tuttavia, a diversi mesi dalla sua approvazione il riordino delle carriere continua a far parlare di sé: durante un’interrogazione parlamentarepresentata dall’onorevole Rizzo del Movimento 5 Stelle, infatti, è stato chiesto un chiarimento al Co.Ce.R. in merito al ruolo svolto nella fase di contrattazione. Continua ↓

Sembra infatti che l’operato dei sindacati – come in questo caso del Co.Ce.R. Carabinieri – sia stato “strumentalizzato al fine di appoggiare le richieste dei vertici militari” in merito al riordino delle carriere. Continua ↓

Nel dettaglio, secondo quanto emerso dall’interrogazione parlamentare, il sindacato sarebbe stato utilizzato per ottenere “maggiori risorse”, tramite la divulgazione di “comunicati stampa” in favore del riordino, con lo scopo di salvaguardare l’approvazione del decreto specialmente per quel che riguarda la parte relativa ai vertici militari. Leggi tutto, clicca QUI

Condivisione

Lascia un commento