Foggia, false perizie: 15 indagati, anche militare Gdf

APRI IL TUO SITO O IL TUO BLOG AD UN COSTO VANTAGGIOSO SU SITEGROUND Web Hosting

FOGGIA, 18 APRILE – L’operazione denominata “Déjà vu” ha portato all’esecuzione di dodici provvedimenti cautelari, su disposizione della magistratura, attuati nei confronti di pubblici ufficiali, tra cui dipendenti Spesal, Regione Puglia, Asl Foggia e un militare della Gdf.

In particolare un tecnico alla sicurezza impiegato come coordinatore presso lo Spesal di Foggia, Antonello Curiale, è accusato di abuso d’ufficio e rivelazione di segreto d’ufficio.

L’indagine, che conta in tutto quindici indagati, è partita nell’aprile 2016 quando la Guardia di Finanza ha arrestato per induzione indebita Giorgio Amatucci, consulente della Procura di Foggia, incaricato di chiarire le cause della morte dell’operaio Alessandro Lattuchelli. L’uomo era stato ucciso dai gas mentre lavorava nei sotterranei della banca popolare di Milano ad Apricena il 27 gennaio 2016.

Leggi tutto, clicca QUI

Condivisione

Lascia un commento