Tutti gli articoli

FDI: DOPO CASAMASSIMA MINISTRO TRENTA AFFRONTI ANCHE CASO PRISCIANO




Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa di FDI:
 Roma, 25 set. – “Consideriamo positivo il fatto che il ministro della Difesa Trenta abbia ricevuto l’appuntato Riccardo Casamassima per fare piena luce sul controverso caso Cucchi, al di la’ delle evidenti responsabilita’ penali del personaggio che certo non giustifica l’assurdo epilogo ma nemmeno la sua santificazione. Il ministro deve assicurare l’opinione pubblica circa le garanzie nell’apparato giudiziario, di custodia e nelle garanzie dei detenuti.
Al contempo pero’, chiediamo che il ministro riceva anche il carabiniere Prisciano, congedato per aver espresso libere opinioni personali circa l’islamizzazione dell’Italia – ben piu’ moderate di quelle del ministro e vicepremier Matteo Salvini – tema su cui ha scritto anche un libro. Esiste una sentenza di reintegro a cui l’Arma non ha dato ancora seguito e per la quale confidiamo nella terzieta’ del comandante generale Giovanni Nistri (pur essendo stato capo della commissione che decise il congedo) e nell’Arma, a cui va la nostra sincera stima.




Riccardo Prisciano chiede solo il reintegro senza nulla a pretendere. Su questo tema abbiamo presentato una interrogazione, certi che il ministro sapra’ intervenire a tutela del diritto costituzionale alla libera espressione delle proprie idee”. Lo dichiarano in una nota congiunta i deputati di Fratelli d’Italia, Federico Mollicone e Walter Rizzetto. (Com/Mgn/ Dire) 16:39 25-09-18




loading…


Condivisione

Lascia un commento