Tutti gli articoli

EUROFIGHTER TYPHOON: SUCCESSO DEI TEST CON I MISSILI STORM SHADOW E METEOR. VIA LIBERA AL BRIMSTONE MBDA

Nuovi test con i missili Storm Shadow e Meteor sono stati completati con successo in Scozia, fa sapere Finmeccanica tramite il consorzio Eurofighter, nell’ambito di un programma di miglioramenti destinati ad aumentare la capacità swing-role del combat jet Eurofighter Typhoon.

Il test di lancio dello Storm Shadow, avvenuto nel poligono della Difesa britannica nelle Ebridi da parte del velivolo italiano IPA2 (Italian Instrumented Production Aircraft, IPA2), è stato condotto dalla Aircraft Division di Finmeccanica con il supporto di BAE Systems, Airbus Defence and Space, e MBDA. Fa seguito ai test a terra del novembre 2015, ricorda il comunicato di Eurofighter.

Questo test è stato seguito da una prova con il missile Meteor Beyond Visual Range Air-to-Air su un Typhoon britannico IPA6, sempre nelle Ebridi, si apprende. È stato condotto da BAE Systems con il supporto di MBDA, Selex, QinetiQ e dal Ministero della Difesa birtannico, oltre che dai team Eurofighter. Il lancio fa seguito ai test di fine 2015 contro obiettivi aerei reali in scenari pre-pianificati.

Typhoon MeteorEntrambi i lanci rientrano nel programma relativo alla P2E (Phase 2 Enhancement), orientata ad aumentare le capacità di attacchi long range del Typhoon.

Il pilota italiano a capo dei test, Enrico Scarabotto, che ha pilotato l’IPA2, ha commentato positivamente il risultato delle prove, sottolineando che l’integrazione del sistema missilistico moltiplica il già potente aspetto multi-role e swing-role del Typhoon con in più “la nuova capacità di colpire sia di giorno che di notte con qualsiasi condizione meteo”.

“Lo Storm Shadow – ha dichiarato Scarabotto – aggiunge la capacità di attacco da distanza di sicurezza completando le capacità del velivolo nello scenario combat”. Il tutto, si apprende, in un cockpit essenziale e facilmente gestibile da un singolo pilota.

Typhoon IPA2 with Storm ShadowAltrettanta soddisfazione è stata rappresentata daSteve Greenbank, direttore dell’Aircraft Programmes for Military Air & Information BAE Systems: “Si tratta di un ulteriore passo avanti che dimostra la possibilità di operare in sicurezza, con accuratezza ed efficacia”.

Questo successo permette di pensare con ottimismo al progetto britannico Centurion, che vede il Typhoon rimpiazzare i Tornado che escono dal servizio operativo.

Oltre ai missili Storm Shadow e Meteor, è prevista anche l’integrazione del Brimstone MBDA, un missile di precisione perfetto sia per target in movimento che fissi.

FONTE

Condivisione

Lascia un commento