E’ morto il Maresciallo dei Carabinieri Luigi Cogoni Si era sparato in caserma

APRI IL TUO SITO O IL TUO BLOG AD UN COSTO VANTAGGIOSO SU SITEGROUND Web Hosting

Morto il carabiniere in servizio a Clusone che aveva tentato il suicidio lo scorso 7 marzo, in provincia di Bergamo. A poche ore di distanza , un poliziotto locale nella stessa zona ha deciso di porre fine alla propria vita nello stesso modo

Il Maresciallo dei Carabinieri Luigi Cogoni si è spento nel letto dell’ospedale di Bergamo, nel reparto di rianimazione. Tutti i tentativi dei medici si sono dimostrati vani.


Il militare aveva tentato di uccidersi lo scorso 7 marzo. Aveva solo 43 anni.Da alcune indiscrezioni trapelate dagli ambienti militari e dai social , confermate infine dal portale Bergamo news, avrebbe compiuto il gesto in maniera plateale nell’ufficio di un superiore .

Non sono stati forniti ulteriori dettagli al riguardo. Non si è compreso infatti se alla base del gesto vi sarebbero motivi sentimentali o altro.



A poche ore di distanza, sempre nel bergamasco, si è suicidato un Agente della Polizia Locale, Francesco Brignone, noto alle cronache per aver indossato un cappello degli alpini durante una cerimonia funebre del Presidente l’ANA Leonardo Caprioli. Anche in questo caso, nulla è trapelato sulle eventuali motivazioni che hanno indotto l’Agente a farla finita per sempre.

Le uniche certezze in questo contesto di profonda insicurezza, sono gli aumenti dei suicidi del personale che indossa una divisa.



Loading…

Loading…

loading…


Condivisione

Lascia un commento