Dopo l’attentato in Afghanistan, la mia nuova vita da atleta paralimpica

APRI IL TUO SITO O IL TUO BLOG AD UN COSTO VANTAGGIOSO SU SITEGROUND Web Hosting

Monica Contrafatto, 34 anni, caporalmaggiore dell’esercito, ha perso una gamba nella missione di pace italiana. Oggi una tra le cinque centometriste più forti del mondo. Per lei il Centro protesi dell’Inail a Roma ha realizzato una protesi sportiva d’avanguardia

La caporalmaggiore Monica Contrafatto, veterana dell’Afghanistan, sarà presente al convegno “La disabilità non è un problema!”, organizzato il 3 dicembre dall’Inail insieme al ministero dei Beni, delle Attività culturali e del Turismo e al Comitato Italiano Paralimpico. In anteprima l’articolo che verrà pubblicato da SuperAbile Inail, la rivista mensile sulla disabilità edita dall’Istituto, nel numero doppio dicembre 2015-gennaio 2016 in uscita tra pochi giorni.
È di poche parole, concreta, alla mano. Trentaquattro anni, siciliana di Gela, il caporal maggior scelto del “ruolo d’onore” (previsto per i militari che abbiano contratto disabilità permanenti in servizio e che possono così permanere a tutti gli effetti nelle Forze armate) Monica Contrafatto è una delle promesse della Filiale romana del Centro protesi Inail. Che per accompagnare il suo cammino di atleta realizza per lei le protesi sportive più all’avanguardia.
leggi tutto
Condivisione

Lascia un commento