I dipendenti civili e militari a Taranto: il filo spezzato

APRI IL TUO SITO O IL TUO BLOG AD UN COSTO VANTAGGIOSO SU SITEGROUND Web Hosting

Gentile Ammiraglio,
a distanza di quasi due anni dalla nuova organizzazione della MM appaiono evidenti, anche nel territorio ionico, tutti i limiti di un processo di rinnovamento di cui non tutte le diverse articolazione della componente militare sono state mai, in verità, particolarmente convinte.

Le oo.ss. hanno dimostrato di non avere pregiudizi e di non avere timore del cambiamento. Ma la responsabilità attribuita dal ruolo ad esse assegnate, legittima le preoccupazioni per le ricadute su un territorio la cui economia, oltre l’Ilva, è retta prevalentemente dalla MM, presente con i suoi estesi insediamenti per ogni dove, che ne ha condizionato lo sviluppo anche sociale

In tale ambito nell’area industriale (non solo l’Arsenale, ma anche i Maristanav e i Comandi logistici periferici) la ricerca di lavoro e di sviluppo all’esterno del ministero difesa è un obiettivo condiviso che deve essere ricercato anche offrendo al mercato civile servizi e strutture che nella loro unicità costituiscono un patrimonio di sicuro interesse, ricorrendo ad es. ad attività alternative legate alle dismissioni delle unità navali o alla delocalizzazione della costruzione di parti delle nuove unità.

Leggi tutto, clicca QUI

Condivisione

Lascia un commento