Detenuto tenta la fuga Poliziotto Penitenziario gli punta la pistola alla testa “Video”

APRI IL TUO SITO O IL TUO BLOG AD UN COSTO VANTAGGIOSO SU SITEGROUND Web Hosting

Tenta di evadere durante il rientro da una visita medica fatta in ospedale .I poliziotti riescono a raggiungerlo. Uno di loro gli punta la pistola alla testa, qualcuno gira un video che diventa virale e il poliziotto finisce sotto inchiesta e viene denunciato


Tenta la fuga, ma viene prontamente raggiunto dagli agenti della penitenziaria. L’uomo era stato accompagnato in ospedale per una visita medica. Non appena è stato raggiunto dai poliziotti, uno di loro gli  ha dato uno schiaffo e ha estratto la pistola, puntandogliela alla testa. Il  detenuto non ha opposto resistenza.

Qualcuno in quei frangenti stava riprendendo tutto. Il video postato  sui social è diventato subito virale e il capo del Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria Francesco Basentin non appena ne è venuto a conoscenza , ha annunciato l’avvio degli accertamenti necessari per un’azione disciplinare nei confronti del poliziotto coinvolto.


Mauro Palma, garante nazionale dei detenuti, ha elogiato la“la posizione assunta dall’Amministrazione.  Emilio Enzo Quintieri, già Consigliere Nazionale dei Radicali Italiani e candidato Garante Regionale dei Diritti dei Detenuti della Regione Calabria ha depositato una denuncia nei confronti del poliziotto, dichiarando:

Quanto accaduto ieri a Campobasso – ai danni di un detenuto che aveva tentato di evadere – ad opera di un Agente di Polizia Penitenziaria, è di una gravità inaudita ed occorre che siano intrapresi immediati provvedimenti. Per tale ragione, questa mattina, ho presentato un esposto denuncia alla Procura della Repubblica di Campobasso e, per quanto di competenza, al Garante Nazionale dei Diritti dei Detenuti, al Capo del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria ed all’On. Riccardo Magi, Deputato di +Europa contro uno degli Agenti Penitenziari per i reati di abuso di autorità e dei mezzi di disciplina e minaccia grave, fatti aggravati perché commessi da un Pubblico Ufficiale contro una persona detenuta affidata alla sua vigilanza e custodia.

Il Sindacato di polizia penitenziaria invece ha tentato di sdrammatizzare, ritienendo la vicenda «riconducibile allo stress a cui vanno incontro gli agenti». Infatti, pur non volendo  giustificare il gesto del  poliziotto, va detto che quotidianamente i poliziotti penitenziari vengono aggrediti dai detenuti, ma sembra non interessare a nessuno. Di seguito il  video :

 



 

Condivisione

Lascia un commento