Tutti gli articoli

Denuncia un sottufficiale dei Cc, ma l’impianto accusatorio non regge

MANIAGO. Denuncia un sottufficiale dei carabinieri di averla trattata male e di non aver accettato una querela perché amico dell’interessato. Ma alla fine l’impianto accusatorio non regge, e ora rischia di finire mei guai per calunnia.

Capita nel circondario della compagnia dell’Arma di Spilimbergo dove opera il militare, indagato per qualche mese per il reato di omissione di atti d’ufficio.

Il fascicolo è stato archiviato dal giudice per le indagini preliminari Roberta Bolzoni, che ha accolto integralmente la richiesta del pubblico ministero Maria Grazia Zaina.

Leggi tutto, clicca QUI

Condivisione

Lascia un commento