Dalla Difesa trenta milioni ai cappellani militari. Pax Christi: smilitarizziamoli

APRI IL TUO SITO O IL TUO BLOG AD UN COSTO VANTAGGIOSO SU SITEGROUND Web Hosting

Quasi 30 milioni di euro per i cappellani militari nei prossimi tre anni. È la spesa che lo Stato dovrà sostenere per mantenere i preti-soldato delle Forze armate italiane, come risulta dalla Nota integrativa del ministero della Difesa allegata al Disegno di legge di bilancio per il triennio 2017-2019 in discussione al Parlamento.

-Per il 2017 è previsto che ci saranno 200 cappellani militari in servizio (81 nell’Esercito, 31 nei Carabinieri, 30 nell’Aereonautica, 28 nella Guardia di Finanza, 27 nella Marina e 3 svincolati dall’appartenenza ad un corpo specifico), per una spesa totale di 9.579.962 euro, destinata al pagamento degli stipendi.

-E siccome la Nota integrativa, euro in più euro in meno, ipotizza cifre analoghe anche per il 2018 e il 2019, l’esborso totale ammonta a poco meno di 30 milioni nel triennio.

 

Leggi tutto, clicca QUI

Condivisione

Lascia un commento