Corpo Forestale, M5S: Interrogazione sulla nomina di due generali e 24 colonnelli del Cfs

APRI IL TUO SITO O IL TUO BLOG AD UN COSTO VANTAGGIOSO SU SITEGROUND Web Hosting

(AGENPARL) – Roma, 07 nov 2016 – Gli onorevoli Massimiliano Bernini e Patrizia Terzoni del Movimento cinque stelle hanno presentato una interrogazione al Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, al Ministro per la semplificazione e la pubblica amministrazione, al Ministro della difesa  in merito alla nomina di due generali e 24 colonnelli del Corpo forestale dello stato.

Si legge nell’interrogazione che il corpo forestale dello Stato sta per essere sorbito dall’Arma dei carabinieri in virtù di quanto previsto dal decreto legislativo n. 177 del 2016; l’effettiva entrata in vigore della riforma 1o gennaio 2017; con decreto del Capo del Corpo forestale dello Stato in data 3 febbraio 2015, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale – IV serie speciale concorsi. – n. 11 del 10 febbraio 2015, è stato indetto un concorso pubblico per titoli ed esami per la nomina di 393 agenti del Corpo forestale dello Stato riservato ai volontari in ferma prefissata di un anno o quadriennale ovvero in rafferma annuale, in servizio o in congedo; i circa 10 mila candidati che hanno presentato domanda di partecipazione, tra cui ve ne sono circa 3.000 ancora in servizio e che quindi avevano un’unica possibilità di partecipare a una proceduta concorsuale tra quelle indette dalle varie forze di polizia, vengono costantemente disillusi con periodiche comunicazioni di rinvii delle procedure, mentre è ben noto che il concorso non verrà mai espletato, perché le capacità assunzionali del Corpo forestale dello Stato verranno utilizzate dalle altre amministrazioni interessate all’assorbimento del personale; in data 3 novembre 2016 era prevista, a quanto risulta agli interroganti, una seduta del consiglio di amministrazione del Corpo forestale dello Stato, presieduto dal Ministro Martina, con all’ordine del giorno, tra le altre cose, la promozione di due dirigenti superiori (due generali) nonché 24 primi dirigenti (24 colonnelli), suddivisi rispettivamente in due e tre procedure di scrutinio; il corpo forestale dello Stato aveva senz’altro bisogno di personale del ruolo agenti, ad oggi carente di quasi 1.000 unità sulle 4.800 previste, ma non ha certo bisogno di generali e colonnelli, soprattutto in vista dell’imminente transito nell’Arma dei carabinieri –: se non si ritenga inopportuna la nomina di 2 generali e 24 colonnelli del Corpo forestale dello Stato, i quali non avranno certamente il tempo ed il modo di esercitare le nuove funzioni nel Corpo forestale dello Stato, visto che dal 1° gennaio 2017 diventeranno ufficiali dei carabinieri. (5-09964)

Condivisione

Lascia un commento