Tutti gli articoli

Continua a Roma e provincia l’impegno del personale dell’Esercito impiegato sotto il comando della Brigata “Granatieri di Sardegna”.

Altri interventi dei militari dell’Esercito, impegnati nell’Operazione “Strade Sicure” a Roma e provincia. Nei giorni scorsi sono state molte le operazioni messe in atto per la tutela della sicurezza e dell’ordine pubblico e per il contrasto alla microcriminalità.

Alla metropolitana “Colosseo” e al sito dei “Cavalieri del Santo Sepolcro di Gerusalemme”, in Borgo Santo Spirito, due diversi interventi hanno permesso il fermo di quattro individui che stavano fuggendo dalle Forze di Polizia.

Alla stazione metro “Centocelle”, è stato fermato ed identificato un cittadino extra-comunitario dal comportamento sospetto. A seguito ulteriori accertamenti, l’Autorità Giudiziaria emetteva nei confronti dello stesso un decreto di espulsione.

Nel Centro accoglienza richiedenti asilo (C.A.R.A.) di Castelnuovo di Porto (RM), il personale in servizio ha compiuto due distinti interventi. Nel primo, congiuntamente alle Forze dell’Ordine, ha identificato e bloccato due soggetti responsabili di furti avvenuti all’interno della struttura. Nel secondo, è stato fermato un nigeriano senza documenti che con droga ed una cospicua quantità di denaro ha cercato di introdursi nel centro furtivamente.

Momenti concitanti anche nell’area antistante la “Comunità di Sant’Egidio” dove il personale dell’Esercito è intervenuto per sedare una rissa.

Alla fermata metro “Sant’Agnese/Annibaliano”, la pattuglia ha bloccato una donna, consegnadola successivamente alle Forze dell’Ordine, che pochi minuti prima aveva aggredito una giovane che era stata soccorsa dalla stessa pattuglia.

Infine, nella provincia romana, a Civitavecchia. Nella stazione ferroviaria, Militari e Forze di Polizia hanno fermato tre cittadini spagnoli autori di un furto

FONTE ESERCITO ITALIANO

Condivisione

Lascia un commento