Comsubin, 76 ore in acqua per bonifica

APRI IL TUO SITO O IL TUO BLOG AD UN COSTO VANTAGGIOSO SU SITEGROUND Web Hosting

(ANSA) – GENOVA, 31 MAR – Sei giorni di operazioni subacquee, di cui 2 in condizioni meteomarine proibitive, 76 ore complessive d’immersione a 48 metri di profondità attraverso la campana subacquea Submersible decompressione Chamber. E ancora: 105 i proiettili da 75 mm, ciascuno contenente 370 grammi di esplosivo a alto potenziale, che sono stati recuperati e neutralizzati. Sono questi i numeri dell’operazione condotta dai sommozzatori del Comsubin della Marina militare della Spezia nei fondali antistantia Savona dove lo scorso mese di febbraio erano stati scoperti due relitti carichi di residuati bellici inesplosi. Comsubin è intervenuto con gli assetti subacquei più pregiati: Nave Anteo, concepita per il supporto alle operazioni subacquee profonde e i palombari Eod navt del Gruppo operativo subacquei.

Condivisione

Lascia un commento