Comparto Sicurezza e Difesa – A gennaio niente bonus e rinnovo contrattuale

APRI IL TUO SITO O IL TUO BLOG AD UN COSTO VANTAGGIOSO SU SITEGROUND Web Hosting

Il contributo straordinario L. 28.12.2015 N. 28, invero definito “bonus di 80 euro per i comparti sicurezza e difesa”, a gennaio 2017 non sarà corrisposto in busta paga.

A questo punto, le voci di corridoio sembrano essere confermate. Tutti gli appartenenti ai comparti Sicurezza e Difesa non percepiranno nulla…almeno per il momento. Eppure pochi mesi fa, l’allora  Ministro dell’Interno Angelino Alfano, proclamò addirittura un aumento stipendiale di 183,00 euro per tutti i poliziotti ( leggere qui )

Oggi invece, tutti gli appartenenti ai Comparti si ritrovano a fare i conti con la mancata erogazione del bonus e senza alcun rinnovo contrattuale. Come priorità, ora il governo dovrà affrontare le correzioni sulla legge di stabilità imposte dall’UE,  poiché, da quanto si apprende da un articolo pubblicato da businnesonline  sui rinnovi contrattuali , il surplus di 85 euro di media all’anno non solo rischia di ridursi a 40 almeno per quest’anno, ma la correzione alla manovra chiesta dalla Comunità per una cifra di 3,5 miliardi di euro rischia di assestare un duro colpo ai dipendenti pubblici e alle speranze di ricevere sin da subito e secondo quando prospettato l’aumento in busta paga ( ed infatti questo si è avverato almeno per il mese corrente).

Pochi giorni fa la Fp Cgil,  in una nota (leggi questo articolo) esprimeva seri dubbi sull’erogazione del bonus, ipotizzando che le risorse destinate a suddetto bonus per l’anno 2017 sarebbero potute andare a finanziare il  riordino delle carriere .

Invero, la problematica inerente il riordino e la concertazione è in attesa del D.C.P.M cosi come disposto dall’ art. 1, comma 365, della Legge 11 dicembre 2016, n. 232 (Legge di Stabilità 2017), inoltre NOIPA in una nota rilasciata nelle ultime ore dichiara “sospeso” il bonus :

Si comunica che il contributo straordinario di 80 euro mensili, pari a 960 euro su base annua, riconosciuto ai sensi dell¿art. 1, comma 972, della Legge 28 dicembre 2015, n. 208, al personale appartenente ai Corpi di Polizia, al Corpo Nazionale dei Vigili del fuoco e alle Forze Armate, non  destinatario  di  un  trattamento  retributivo  dirigenziale, è sospeso a decorrere dalla mensilità di Gennaio 2017, in attesa delle determinazioni di cui all¿art. 1, comma 365, della Legge 11 dicembre 2016, n. 232 (Legge di Stabilità 2017).

Quindi , almeno per ora, niente aumento stipendiale, niente bonus, niente riordino delle carriere. Rimaniamo in attesa delle modifiche apportate alla legge di stabilità e se l’UE darà l’ok, si potrà finalmente comprendere cosa riserva il futuro.

 

Condivisione

Lascia un commento