“Il comandante timbrava il cartellino e se ne andava”

APRI IL TUO SITO O IL TUO BLOG AD UN COSTO VANTAGGIOSO SU SITEGROUND Web Hosting

Soriano nel Cimino – “Il comandante timbrava il cartellino e se ne andava”.

Il tenente di polizia locale Antonio Presutti testimonia in aula. Racconta l’anno al comando dei vigili di Soriano nel Cimino di E.D.G., al processo per truffa ai danni dello stato.

All’epoca dei fatti, tra il 2009 e il 2010, Presutti era un sottoposto dell’ex capo. “Il comandante – dice il tenente – era solito timbrare il cartellino e allontanarsi. Non era mai in ufficio. Non era mai al lavoro, e questo lo testimoniano anche una serie di accertamenti fatti.

Durante l’orario di servizio – continua Presutti – il comandante non può allontanarsi dal comune. Ma spesso e volentieri E.D.G. andava a Viterbo, che raggiungeva con l’auto privata. Se ci doveva andare per motivi di lavoro, doveva utilizzare la macchina della polizia”.

Leggi tutto, clicca QUI

Condivisione

Lascia un commento