Comandante del 6° Stormo di Ghedi sul sub morto : “una tragedia enorme”

APRI IL TUO SITO O IL TUO BLOG AD UN COSTO VANTAGGIOSO SU SITEGROUND Web Hosting

La tragica morte del Primo Aviere Capo Scelto Miguel Verdecchia,  ha sconvolto l’intera base dell’ Aeronautica di Ghedi.



La prematura scomparsa del Primo Aviere Capo Scelto Miguel Verdecchia ha suscitato enorme sgomento e forte dolore fra i colleghi della base aeronautica  dei “Diavoli Rossi”

Verdecchia lascia la moglie, veterinaria e appassionata di immersioni proprio come lui. Il militare poco prima della tragedia, aveva pubblicato un post col quale spiegava il comportamento degli squali. Viveva a Brescia da circa 20 anni, ma era originario di Mentana, in provincia di Roma.

Il Comandante del 6° Stormo, il Colonnello Luca Maineri, lo conosceva abbastanza bene ed in una breve intervista al “giornale di Brescia”  ha definito la sua scomparsa come “una tragedia enorme”.

Molto provato da tutta la vicenda, ad iniziare dalle notizie frammentate che gli arrivavano dall’inizio delle ricerche, fino alla comunicazione del triste epilogo,il Colonnello Luca Maineri ha voluto partecipare un proprio pensiero nei confronti del giovane militare scomparso: «Lavorava come addetto all’autoreparto. In alcune occasioni mi ha accompagnato a cerimonie ufficiali. L’ultima volta poche settimane fa per un incontro a Brescia» 



«Erano momenti particolari quei viaggi in auto. Si riusciva a parlare della nostra vita all’Aerobase senza la formalità del grado. Era una brava persona» 

«Il pensiero va alla moglie e a tutti i parenti. Per noi del 6° Stormo è una tragedia enorme perché se ne va un pezzo della grande famiglia dell’Aeronautica».

Non è ancora chiaro cosa possa aver ucciso il giovane militare. La Procura di Brescia ha aperto un’inchiesta e a breve sarà eseguita l’autopsia .



loading…


loading…


Condivisione

Lascia un commento