Tutti gli articoli

Cinesi irregolari, poliziotto si faceva pagare per i permessi di soggiorno, arrestato!

Quando i problemi dell’immigrazione, dei permessi di soggiorno si mescolano ad imbrogli e sfruttamento, si capisce che abbiamo toccato il fondo. E ancor più giù nella graduatoria della civiltà ci ritroviamo se all’interno di quel vespaio circolano funzionari della Polizia di Stato in complicità con broker e affini.

L’imbroglio riguarda una decina di cinesi “irregolari”, che per ottenere il permesso di soggiorno pagavano dai 900 ai 2400 euro a tale Pierangelo C. , 44 anni, assistente tecnico della polizia di Padova che dal suo ufficio immigrazione (ogni mattina visitato da centinaia di persone che anelano ad una vera ed onesta possibilità di regolarizzazione) tesseva la tela dei suoi imbrogli.

Il vaso di Pandora questa volta ha scoperchiato il luogo della consegna dei soldi, il parcheggio di un bar padovano, lì è stato trovato con 1500 euro in mano, frutto di quell’affare con i cinesi, solo che c’erano anche gli agenti della squadra mobile, che lo hanno immediatamente arrestato.

Leggi l’articolo integrale, clicca QUI

Condivisione

Lascia un commento