Tutti gli articoli

“Noi, carabinieri sottovalutati”. Ma il Tar boccia il loro ricorso

Uno non è stato granché bravo, “può migliorare”, ma deve impegnarsi. L’altro ha riportato un giudizio “superiore alla media”, ma non più “eccellente”. Se è vero che nella vita gli esami non finiscono mai, ilprincipio vale anche sul lavoro. Ma non sono piaciute a due carabinieri le “pagelle” prese in servizio, e hanno fatto ricorso al Tar. Che nei giorni scorsi si è espresso con due sentenze distinte.

Non è andata bene a nessuno dei due: i giudici hanno infatti respinto le loro domande, infondate, perché, scrivono i giudici “l’autorità militare nell’esprimere le proprie valutazioni sul personale dipendente, gode di una larga autonomia di espressione connaturata da ampia discrezionalità “. Entrambi quindi dovranno impegnarsi di più, se vorranno ottenere risultati migliori.

Leggi l’articolo completo QUI

Condivisione

Lascia un commento