Tutti gli articoli

Carabinieri arrestano ufficiale della Guardia di Finanza

Oggi, su richiesta della procura, i carabinieri di Caserta hanno arrestato il Maggiore Francesco Nasta, in servizio presso il comando regionale regione campania.

L’accusa è di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, falso ideologico e peculato nella forma prevista dal codice penale militare.

Nell’agosto del 2010 fino al marzo 2012 , il maggiore, allora capitano, era il Comandante del Nucleo Operativo di Pronto Impiego di Aversa.

Il Militare si sarebbe impossessato di circa 4 kg di cocaina depositata presso la caserma della Guardia di Finanza di Aversa. 

L’indagine fu avviata in seguito alla morte del Tenente Felice Stringile, subentrato al Nasta al Comando del Nucleo Operativo di Pronto Impiego di Aversa. Il corpo del Tenente fu trovato senza vita nel febbraio 2013 e grazie all’autopsia si scopri che era morto di “overdose”.Furono immediatamente avviate le indagini e gli inquirenti si accorsero della scomparsa di ben 4 kg di cocaina purissima che avrebbe dovuto essere all’interno del cartone custodito in cassaforte,  invece gli inquirenti trovarono del das e delle riviste.

Dopo anni di indagini quindi, è arrivato il capo d’accusa per il Maggiore Nasta , in quanto all’epoca dei fatti era l’ufficiale responsabile della cassaforte.Inoltre L’ufficiale fece una dettagliata relazione sul materiale in custodia, e la inviò al Comando Provinciale della Finanza di Caserta , ma “dimenticò” di accludere il cartone con i 4 kg di cocaina.L’anno precedente invece, il cartone compariva nella relazione annuale.Inoltre nel cambio di consegne con il militare morto, Nasta non aveva minimamente accennato al cartone pieno di cocaina.

 

Condivisione

Lascia un commento