Carabiniere muore in barella al pronto soccorso dopo il turno di notte

APRI IL TUO SITO O IL TUO BLOG AD UN COSTO VANTAGGIOSO SU SITEGROUND Web Hosting

Ancora una volta un infarto. Ancora una volta un carabiniere. Questa volta però la tragedia si sarebbe potuta evitare. Infatti Valter Giuffrè, 49 anni, Appuntato Scelto dei Carabinieri non stava bene , al punto che un suo collega si era offerto di sostituirlo. Ma lui non ha voluto sentire ragioni, ha voluto farlo quel turno di notte.

Al mattino, poco dopo le 7, una volta a casa, ad accorgersi della gravità della situazione, la moglie farmacista. Allertato il 118, il militare è stato prelevato dall’ambulanza e una volta giunto al pronto soccorso sarebbe stato stranamente ricoverato in codice “verde” . Era stato portato in una stanza del pronto soccorso di Alessandria, adibita a questa tipologia di interventi,  ma alcune ore dopo ( erano circa le 12) la situazione è precipitata. E’ morto così, su quella barella, ed è quasi sicuramente per questo che il pm Roberto Ghio ha iscritto nel registro degli indagati, come atto dovuto, tutto il personale che era intervenuto per “salvarlo” . Per ora si parla di 6 persone tra medici e personale sanitario.

L’Appuntato Valter Giuffrè oltre alla moglie,lascia una figlia di 16anni.

Condivisione

Lascia un commento