Tutti gli articoli

CARABINIERE CONDANNATO PER IL COLPO DI RIMBALZO

Pubblichiamo il comunicato stampa del Segretario Generale del COISP  Franco Macari:

“A leggere alcuni passaggi delle motivazioni della sentenza con cui è stato condannato il Carabiniere che ha sparato all’auto con a bordo dei ladri in fuga si percepisce ancor di più, ove mai ce ne fosse bisogno, l’abissale distanza fra le teorie di chi pensa di poter parlare di fare sicurezza da dietro  una scrivania e chi passa le notti in mezzo alla strada, sapendo che può accadere qualsiasi cosa,che si può incrociare il più imprevedibile dei comportamenti e che si può morire in un istante  nel modo più inaspettato.

Ma quel che colpisce di più è come tutto ciò strida terribilmente con il clima di tensione e di terrore che viviamo ai giorni nostri, fra le sfide del terrorismo e della criminalità, organizzata e non, di casa nostra, che per altro verso tengono le Forze dell’Ordine schiacciate sotto al giogo delle pretese, delle aspettative, degli ‘occhi puntati’ addosso perché ci si aspetta che siamo in grado di prevenire o fermare qualsiasi cosa.

Già… peccato che dobbiamo farlo con la sola forza del pensiero! Con le dotazioni di servizio no, per carità! Altrimenti è eccesso colposo. E se poi un collega finisce scaraventato in un burrone durante una colluttazione con un fuggitivo e muore chi se ne frega! Francamente tutto questo ci pare un po’ eccessivo”.

Condivisione

Lascia un commento