Bloccato carico radioattivo proveniente dalla Croazia

APRI IL TUO SITO O IL TUO BLOG AD UN COSTO VANTAGGIOSO SU SITEGROUND Web Hosting

Era stato caricato in Croazia su un treno di rottami ferrosi destinati all’Abs. A intercettare un dispositivo portasorgente, una sorta di box radioattivo, composto da uranio impoverito è stato il portale radiometrico installato all’interno delle Acciaierie Bertoli Safau di Cargnacco.

La procedura di emergenza è scattata il 4 luglio, giorno in cui la sorgente radioattiva è stata individuata. La comunicazione è stata diramata in Prefettura, all’Arpa, ai carabinieri del Noe e ai Vigili del fuoco con il nucleo Nbcr di Udine e Trieste che sono intervenuti per valutare il rischio.

«La sorgente radioattiva è stata individuata nella parte alta del vagone – precisa la delegata ambientale Abs Martina Ricetto – si trattava di un recipiente in uranio che pesava una decina di chili risalente agli anni Cinquanta e destinato a schermare la sorgente radioattiva, fortunatamente era vuoto».

>Leggi tutto, clicca QUI

Condivisione

Lascia un commento