Avvisi richiamo alle armi – Indagano i carabinieri

APRI IL TUO SITO O IL TUO BLOG AD UN COSTO VANTAGGIOSO SU SITEGROUND Web Hosting

CINTO CAOMAGGIORE. C’è chi ci ha fatto un mezzo infarto. Tutti quelli che se la sono vista recapitare si sono preoccupati. Un caso di sciacallaggio mediatico e allarmismo dopo gli attentati di Parigi e l’allerta terrorismo. Assurdo quanto, attraverso il suo profilo facebook ufficiale, il comune di Cinto Caomaggiore ha voluto denunciare. Una lettera burla di chiamata alle armi nell’Esercito italiano per i coscritti, uomini e donne, dal 1985 al 1990. Incredibile. Il comune di Cinto si è informato e ha trovato fortunatamente la smentita da parte del Comando forze di Difesa interregionale del Nord Italia, a firma del capo ufficio documentale, colonnello Enzo Giovanelli.

«Siamo rimasti basiti – ha sottolineato il sindaco di Cinto, Gianluca Falcomer – la lettera falsa è datata 11 novembre. Temevamo davvero una chiamata alle armi. Poi per fortuna si trattava di uno scherzo. Un pessimo scherzo». È lo stesso colonnello Giovanelli ad aver scritto la smentita a tutti i comuni del Veneto, datata 26 novembre.

 

leggi tutto

http://nuovavenezia.gelocal.it/venezia/cronaca/2015/11/28/news/avvisi-richiamo-alle-armi-tutto-falso-uno-scherzo-1.12529318

Condivisione

Lascia un commento