Arrestò ladro di rame con troppa violenza – Carabiniere condannato anche in appello

APRI IL TUO SITO O IL TUO BLOG AD UN COSTO VANTAGGIOSO SU SITEGROUND Web Hosting



Dopo la condanna di primo grado i colleghi da tutta Italia si tassarono per pagargli le spese processuali. Adesso quel denaro gli farà comodo. Sì, perché il carabiniere che arrestò in flagranza di reato un magrebino mentre rubava rame in una nota azienda del capannorese, è stato condannato anche in Appello.

O meglio, il secondo grado ha confermato la decisione della prima fase dibattimentale. Oggi la seconda. L’esito? Una lieve diminuzione di pena di due mesi, da sei a quattro, ma nessun euro di sconto sul risarcimento danni: oltre ad una provvisionale di 3500 euro già pagata, altri quattro mila per un totale di 7500 e altri duemila per ulteriori spese, oltre a quelle processuali.

Tra novanta giorni, con la pubblicazione della sentenza, con il suo legale Andrea Balducci del foro di Lucca, deciderà se ricorrere o meno in Cassazione. E’ la storia del carabiniere che arrestò un ladro in flagranza di reato, ma secondo i giudici lo fece (versione adesso confermata) con troppa violenza.

Leggi tutto, clicca QUI



Condivisione

Lascia un commento