Tutti gli articoli

Arrestato foreign fighter nel cosentino. Era pronto per la guerra

La presenza di ‘foreign fighters‘ (combattenti stranieri n.d.a.) sul territorio italiano è nota alle forze dell’ordine ed alla stampa ormai da molto tempo. All’alba un’operazione della DIGOS, coordinata dal Servizio centrale Antiterrorismo, ha portato all’arresto di un marocchino di 25 ani, da tempo in Italia e residente a Luzzi, nella provincia di Cosenza, che era pronto, stando ai verbali della polizia, a lasciare il paese per raggiungere gli scenari di guerra.

E’ stato arrestato grazie alla nuova legislazione antiterrorismo, infatti la fenomenologia dei foreign fighters è stata introdotta con la legge n. 43 del 17 aprile 2015 e grazie ad essa è possibile individuare e mettere agli arresti questi combattenti che sono sul punto di lasciare il paese per raggiungere le zone di guerra più calde del globo.

Leggi l’articolo completo QUI

Condivisione

Lascia un commento