Tutti gli articoli

APROC 2018 – 12 nazioni e 30 aeromobili in operazioni congiunte




NSM è anche su TELEGRAM . Per saperne di più,  clicca QUI

Nella base olandese di Gilze-Rijen, nella parte meridionale dei Paesi Bassi si è svolto il corso operativo Air Centric per il recupero personale 2018  .
L’esercitazione  (APROC 2018) si è svolta dal 23 maggio al 7 giugno a Gilze-Rijen, nei Paesi Bassi, sede del Defense Helicopter Command (DHC) delle Royal Dutch Armed Forces.

Sono state impiegate  577 persone provenienti da 12 paesi , oltre a diversi aerei da combattimento ed elicotteri tra i quali : F-16 olandesi , F-2000 italiani , elicotteri francesi AS555, l’ olandese AH-64 , i polacchi Mi-24 , l’ olandese CH-47, lo spagnolo AS332, il francese navy NH-90, il Royal Navy Merlin HC4, per l’ Aeronautica militare italiana l’ HH-101 e per la Marina italiana l’ ItNavy EH-101, finendo con lo svedese  Hkp.16a .

Sono stati più di 30 gli aeromobili  che hanno preso parte all’esercitazione APROC 2018. Il prossimo anno l’evento sarà ospitato dall’Aeronautica Militare Spagnola nella base aerea di Saragozza.



Un aereo italiano HH-101 Caesar del 15 ° Stormo durante APROC 2018.

L’esercitazione è stata supportata anche dal velivolo dell’Aeronautica Militare G550 CAEW (Conforme Airborne Early Warning and Control) appartenente al 14 ° Stormo (Wing) dalla base aerea di Pratica di Mare a Gilze-Rijen, che ha assunto il ruolo di AMC (Airborne Mission Coordinator). . I due velivoli italiani, MM62293 / 14-11 e MM62303 / 14-12, si rivelarono cruciali in quanto tutti i jet AWACS E-3 della NATO che avrebbero dovuto supportare le esercitazioni dalla loro base di Geilenkirchen annullarono le loro missioni a causa dei problemi di disponibilità degli aerei. Anche le forze estrattive dall’Italia, dalla Spagna, dal Regno Unito, dalla Francia e dalla Svezia hanno aderito all’APROC 2018 come membri del pubblico di addestramento primario.

In una pubblicazione post corso il “Centro Europeo di recupero del personale” ha dichiarato che “Il corso si propone di educare e formare  le forze di recupero nell’attuazione di tecniche e procedure concordate a livello internazionale per le operazioni di recupero del personale in qualità di membro di un contingente misto e congiunto” . “Il risultato di questo tipo di formazione favorirà la cooperazione interazionale.” Gli obiettivi del corso sono stati raggiunti pianificando e conducendo 26 missioni in 9 giorni di volo, ottenendo oltre 140 sortite  e 300 ore di volo dei 20 velivoli partecipanti.





loading…


Condivisione

Lascia un commento